MENU
L'ansia da prestazione

L'ansia da prestazione | Dr. Roberto Gava

"Il coraggio è resistenza alla paura e dominio della paura, ma non assenza di paura" (Mark Twain)
L’ansia da prestazione è una condizione psicologica di tensione, agitazione e preoccupazione inerente la prestazione.
Essa racchiude la paura dell’insuccesso, del giudizio negativo, di deludere gli altri, il timore di non essere all’altezza dei compiti assegnati o dei risultati da raggiungere, siano essi esami da superare, partite da vincere o colloqui di lavoro.
Il disagio è comune in soggetti che legano la propria autostima a riconoscimenti esterni, come ad esempio a volte succede agli studenti con i voti ottenuti.
L’ansia da prestazione può dipendere da molti fattori personali: dall’effettivo o presunto grado di preparazione, dalla consapevolezza delle risorse che si possiedono nei confronti di quella prestazione, fino agli eventi legati ad esperienze di fallimento vissute nel passato che hanno portato la persona a strutturare nella propria mente delle convinzioni su di sé che sono diventate autolimitanti.
Un altro fattore che predispone all’ansia da prestazione è il perfezionismo: le persone perfezioniste spesso stabiliscono standard molto alti per se stesse nel lavoro, nelle relazioni interpersonali, o in altre aree. Se questi standard non sono raggiunti, queste persone possono sentirsi inadeguate, persino senza speranza o valore, provando un profondo malessere.
Potrebbe interessarti anche
Timidezza e fobia sociale
Timidezza e fobia sociale
Monday, November 12, 2018
Le fobie
Le fobie
Monday, November 12, 2018
La paura di volare (Aerofobia)
La paura di volare (Aerofobia)
Monday, November 12, 2018
Ansia e attacchi di panico
Ansia e attacchi di panico
Monday, November 12, 2018
Il blocco dello studente
Il blocco dello studente
Monday, November 12, 2018
Ossessioni e compulsioni
Ossessioni e compulsioni
Monday, November 12, 2018
I sintomi dell’ansia da prestazione sono principalmente stress, angoscia, paura, irritabilità, sensazioni di incapacità, che aumentano d’intensità all’avvicinarsi della “prova” da affrontare. Un altro sintomo che può presentare chi soffre di ansia da prestazione è la tendenza a “ruminare”, prima, durante e dopo la prestazione interpretando tutto ciò che viene detto o fatto in chiave negativa.

Le situazioni sociali in cui compare l’ansia da prestazione possono riguardare diversi ambiti della vita di una persona: scolastico, sportivo, lavorativo, sessuale e relazionale.

Ansia da prestazione relazionale
Nell'ambito delle relazioni interpersonali, l'ansia da prestazione è caratterizzata dalla continua ricerca di approvazione o riconoscimento da parte degli altri e nasconde il timore di non essere all’altezza delle situazioni sociali (il timore del rifiuto). Solo attraverso l’accettazione sociale chi prova questo tipo di ansia ha la sensazione di accrescere  la propria autostima (“Valgo qualcosa solo se gli altri mi approvano”). In caso di giudizi negativi la considerazione di sé viene completamente demolita.

Ansia da prestazione sportiva
L’ansia da prestazione sportiva si inserisce nella ben nota "curva a U rovesciata” che esprime il rapporto fra attivazione emotiva (arousal) e prestazione. Una forte ansia, infatti, può ostacolare la concentrazione e il gesto atletico, peggiorando notevolmente la prestazione sportiva.

Ansia da prestazione sessuale
L’ansia da prestazione sessuale può riguardare  indistintamente uomini e donne ed è caratterizzata dalla paura dei rapporti, dalla preoccupazione di non piacere, dal timore di deludere il partner e/o di non essere all’altezza delle sue aspettative. In certi casi, l’ansia da prestazione sessuale, può sfociare in veri e propri disturbi psicologici: difficoltà nell’eccitamento, disfunzioni erettili, eiaculazione precoce, anorgasmia, dispareunia, ecc.
“Alla mia età ancora non ho imparato a gestire l'ansia. In realtà sono molte le cose che non ho imparato e che nessuno mi ha spiegato. Ci insegnano le equazioni, Il cinque maggio a memoria, i nomi dei sette re di Roma, e nessuno ci chiarisce come affrontare le paure, in che modo accettare le delusioni, dove trovare il coraggio per sostenere un dolore”.

- Lorenzo Marone
Ansia da prestazione scolastica
L’ambiente scolastico costituisce un luogo in cui si può produrre un’ansia legata alla prestazione: per molti studenti gli esami sono un incubo terrificante. Spesso chi soffre d’ansia da prestazione scolastica fa dipendere la sua autostima da un riconoscimento esterno (un bel voto); ossessionato dal risultato, lo studente ansioso, immagina che una cattiva prestazione possa fargli perdere la stima e l’approvazione dei genitori e degli amici.
I sintomi principali dell’ansia da prestazione scolastica sono: insonnia, mal di testa, irritabilità, vuoti di memoria, preoccupazioni ossessive sull’esame,  difficoltà di concentrazione, pianti, mal di stomaco, crisi di panico e talvolta anche febbre e nausea.

Ansia da prestazione lavorativa
Nell’ansia da prestazione lavorativa la persona vive uno stato perenne di apprensione di non essere all’altezza dei compiti assegnati oppure di essere criticata o di deludere il datore di lavoro o i colleghi.  Spesso vi è la tendenza a ruminare prima, durante e dopo aver svolto una mansione, interpretando tutto ciò che viene detto o fatto in chiave negativa.
Generalmente gli individui che presentano troppa ansia al lavoro tendono a portare sia il lavoro che le proprie frustrazioni nel nucleo familiare e possono manifestare sintomi come irritabilità, tristezza, apparire troppo silenziosi o, al contrario, parlare ossessivamente di quanto accaduto al lavoro, rischiando di compromettere così le proprie relazioni affettive.
Potrebbe interessarti anche
Timidezza e fobia sociale
Timidezza e fobia sociale
Monday, November 12, 2018
Il blocco dello studente
Il blocco dello studente
Monday, November 12, 2018
Ossessioni e compulsioni
Ossessioni e compulsioni
Monday, November 12, 2018
Le fobie
Le fobie
Monday, November 12, 2018
Contatti
Tel.: 348 438 5118

E-mail: robertogava@email.it
Dove sono
Padova - Via Domenico Turazza n° 48/O
Roberto Gava - Psicologo Psicoterapeuta a Padova  |  Tel.: 348 438 5118  |  E-mail: robertogava@email.it